Osteoporosi diagnosi innovativa con innovativo densitometro osseo

Osteoporosi

L’osteoporosi è una patologia molto diffusa conosciuta per la peculiarità di andare a causare una riduzione generale della massa ossea ed un’alterazione della microarchitettura del tessuto scheletrico. Questa situazione, solitamente silente, porta ad un aumento del rischio di fratture che avvengono spontaneamente o come una conseguenza di traumi anche di lieve e modesta entità.

Le sedi in cui queste rotture avvengono con più frequenza sono:

  • le vertebre (soprattutto a carico del tratto dorso-lombare),
  • il femore
  • il radio.

In casi più rari sono stati evidenziati casi di fratture anche a livello di

  • omero
  • tibia
  • metatarsi

Osteoporosi diffusione

I dati statistici riportano che i soggetti colpiti sono 5.000.000 solamente in Italia; di questi l’80% è rappresentato dalla popolazione femminile in età post-menopausale. A livello mondiale le donne coinvolte sono più di 200 milioni.

Osteoporosi diagnosi

L’OMS (organizzazione Mondiale della Sanità) ha inserito l’osteoporosi tra le prime dieci priorità sanitarie per i prossimi anni mettendo in luce e sottolineando la necessità di trovare tecniche e strumentazioni che permettano di fare una diagnosi precoce di questa patologia.

Ecolight e REMS

A tal proposito Ecolight ha sviluppato la prima soluzione radiologica che consiste in un innovativo densitometro osseo che permette, tramite procedure non invasive (ottima compliance) la valutazione della resistenza ossea (la frattura avviene quando la forza applicata è superiore a questa) e della micro-architettura al fine di caratterizzare le ossa di collo, le vertebre ed il femore. Tutto questo avviene in modo automatico per limitare il più possibile l’errore umano dovuto all’intervento dell’operatore.

Quello che viene proposto è conosciuto con l’acronimo REMS (Radiofrequency Echographic Multi Spectometry); questo viene considerato una vera e propria rivoluzione nel campo dell’indagine diagnostica in quanto non vengono impiegate radiazioni (raggi x) od ultrasuoni come, invece, avviene solitamente per le altre tecniche di indagine. Si tratta di una metodica che è stata brevettata e progettata per diventare il primo sistema radiometrico facilmente utilizzabile in un ambiente ambulatoriale.

Vantaggi di questa nuova tecnologia

EchoS racchiude nella sua tecnologia diversi vantaggi prendendo il meglio da tecniche da sempre utilizzate quali DXA (assorbimetria a raggi X a doppia energia) e QUS (ultrasonometria ossea quantitativa).

Lo scopo è quello di rendere la diagnosi più accurata ed accessibile mantenendo un costo più contenuto. Un altro vantaggio non meno importante è che, grazie al software estremamente intuitivo e la sua semplicità d’uso rende possibile al personale medico la formulazione di diagnosi in pochi minuti. Tutto questo permette anche una riduzione delle liste d’attesa.

Questi sono vantaggi non solo per il soggetto colpito anche dalla patologia ma anche per il sistema sanitario pubblico che si trova ad affrontare spese minori per far fronte ad un disturbo diffuso soprattutto se si riesce ad intervenire precocemente.

Investimenti e team

Per la tecnologia Ecolight sono stati investiti ben 4 milioni di euro da parte di Panakès Partners e Invitalia Ventures. Il team dei fondatori di Ecolight vede la presenza di membri quali Sergio Casciaro, Matteo Pernisa, Stefano Pernisa, Ernesto Casciaro e Francesco Conversano.