Dieta Lampo: cosa si intende con questa definizione? Cerchiamo di comprendere come perdere 5 kg in una settimana in modo salutare e attraverso un regime alimentare equilibrato e che non abbia effetti negativi sul nostro organismo. Con un menù studiato appositamente con l’obiettivo di dimagrire in maniera efficace già solo in una settimana, possiamo subito comprendere quali siano i sacrifici da fare, gli alimenti da evitare e i consigli da seguire.

Come in tutte le diete di cui abbiamo precedentemente parlato, è bene rispettare alcune semplici regole: bere molta acqua, fare dell’attività fisica quotidiana e non farsi mancare nessun principio nutritivo di base. È bene ricordare, inoltre, che questo articolo ha semplicemente uno scopo informativo, per cui la dieta lampo qui descritta deve essere considerata come un mero esempio. Prima di procedere con una dieta del genere, infatti, è consigliato consultare sempre un esperto della nutrizione, capace di redarre una strategia alimentare personalizzata in base alle nostre esigenze. Ma andiamo a vedere cos’è questa dieta lampo e come perdere in maniera efficace 5 kg in una settimana.

Dieta Lampo: Come perdere 5 kg in una settimana

Come perdere 5 kg in una settimana con la Dieta Lampo? Questa è una delle domande che più volte capita di porsi, soprattutto quando si tratta di dover perdere quel peso in eccesso che tanto ci infastidisce. Spesso fonte di stress, il dimagrimento può essere preso in maniera molto più leggera: basta crederci profondamente ed essere pronti a cambiare. In effetti, se spesso è il fattore psicologico a frenare la volontà di dimagrire, c’è da dire che a volte è proprio uno stile di vita sedentario ad essere la causa di un aumento di peso, magari improvviso.

La dieta lampo potrebbe essere un’ottimo metodo per eliminare quei kg di troppo che tanto ci infastidiscono. Bisogna, però, considerare che la dieta lampo è una dieta ipocalorica e che, dunque, conta meno calorie di quanto il nostro organismo bisogna. Proprio per questo motivo si tratta di una dieta che non può essere seguita per più di due settimane per evitare conseguenze sul nostro organismo. La dieta lampo deve comunque inglobare tutto un gruppo di alimenti necessari al fabbisogno del nostro organismo ed essere in grado contemporaneamente di garantire una perdita di kg importanti.

Difatti, non bisogna sottovalutare gli spuntini e assimilare tisane, centrifughe e thè per attivare il metabolismo. Inoltre tenere sempre a portata di mano mandorle, noci e frutta secca per vitamine e sali minerali, ma anche di fibre, utili per riattivare il corretto funzionamento dell’intestino.

Dieta Lampo: Menù settimanale

In questa sede abbiamo elaborato un menù ESEMPIO che possa essere rappresentativo di una dieta lampo. Prima di seguire eventuali dettami, raccomandiamo sempre di consultare un esperto dell’alimentazione che possa, attraverso analisi del sangue specifiche e visite adeguate, consigliarci la strada giusta da seguire in base alla nostra condizione clinica. N.B.: per quanto riguarda i condimenti si consiglia 1 cucchiaio di olio al giorno (10 gr.).  Di seguito un esempio di menù settimanale di Dieta Lampo:

Lunedì

  • Colazione: 1 caffè o 1 thè senza zucchero, 2 fette biscottate con marmellata
  • Pranzo: 150 grammi di petto di pollo arrostito + 1 piatto di verdura cruda o cotta in quantità
  • Cena: minestrone di verdure o vellutata di verdure + 40 gr. di pane di segale

Martedì

  • Colazione: 1 caffè o 1 thè senza zucchero + 2 fette biscottate con marmellata
  • Pranzo: 150 grammi di pesce (tipo merluzzo, orata, branzino) + verdura a piacere cruda o cotta al vapore
  • Cena: 2 uova sode + 40 grammi di pane integrale o di segale e verdura a piacere

Mercoledì

  • Colazione: 1 caffè o 1 thè senza zucchero + 2 fette biscottate con marmellata
  • Pranzo: 80 gr. di riso bianco con verdure (carote, zucchine o piselli al vapore) + insalata in quantità
  • Cena: 150 gr. di pesce (tipo merluzzo, orata, branzino) al vapore + 40 gr. di pane integrale + contorno di verdure a piacere

Giovedì

  • Colazione: 1 tazza di caffè o thè senza zucchero + 2 fette biscottate con miele
  • Pranzo: 100 gr. di vellutata di legumi o verdure + contorno di verdure a piacere
  • Cena: 150 gr. di carne bianca ai ferri + contorno di verdure grigliate + 40 gr. di pane integrale

Venerdì

  • Colazione: 1 caffè o thè senza zucchero + yogurt + 3 biscotti secchi senza zuccheri aggiunti
  • Pranzo: 50 grammi di pasta con verdure + contorno di verdure a piacere
  • Cena: 100 gr. di carne rossa senza grassi (manzo o vitello)  + contorno di insalata di pomodorini + 40 gr. di pane integrale

Sabato

  • Colazione: 1 tazza di caffè o tè senza zucchero + 2 fette biscottate con marmellata senza zuccheri aggiunti
  • Pranzo: 60 gr. di tonno al naturale + contorno di ceci lessati con verdure
  • Cena: 150 gr. di bresaola + rucola + scaglie di parmigiano + 1 frutto a piacere

 Domenica

  • Colazione: 1 tazza di caffè o tè senza zucchero + una fetta biscottata integrale con miele
  • Pranzo: 70 grammi di farro con pomodorini + contorno di verdure a piacere
  • Cena: minestrone di verdure + contorno di verdure a piacere e 50 gr. di formaggio fresco magro

SPUNTINI: gli spuntini sono essenziali durante una dieta di questo tipo. È importante accelerare il metabolismo con gli spuntini mattutini e pomeridiani, in grado anche di non farci arrivare all’orario dei pasti con molta fame. In generale si consiglia di fare gli spuntini con alimenti come mandorle, noci, frutta secca, parmigiano reggiano, cioccolato fondente, yogurt greco e, soprattutto, con i frutti di stagione. Inoltre è consigliabile, prima di procedere con la colazione, bere un bicchier d’acqua con succo di limone a scopi depurativi. (Vedi anche: tisane antiossidanti)

Dieta Lampo: Esercizi associati

Come in tutte le diete che si rispettano, i consigli sull’attività fisica da associare sono essenziali. Dal momento che una Dieta Lampo qualsiasi elaborata da un nutrizionista esperto potrebbe rivelarsi comunque abbastanza sacrificata, gli esercizi da associare devono essere leggeri ma funzionali. Ciò che è ideale nei casi in cui si segue un regime alimentare limitato, è preferire la camminata veloce. Si tratta di un esercizio particolarmente efficace, ideale per sgonfiarsi e per combattere cellulite e ritenzione idrica. Anche la cyclette potrebbe rappresentare un esercizio ideale oppure i famosi 10.000 passi al giorno per prediligere il rapporto giornaliero con la natura.

Dedicare un po’ di tempo a sé stessi, infatti, anche solo attraverso una camminata veloce è uno degli strumenti più efficaci per rilassarsi, evitare lo stress e dimagrire in modo naturale. Lo stress, infatti, potrebbe essere uno dei fattori principali per cui dimagrire diventa difficoltoso, difatti è sempre bene ritagliarsi dei momenti per sé stessi, evitare il contatto prolungato con gli schermi (TV, cellulari ecc.) e godere di uno stile di vita migliore.

Lista principali Diete