Come Perdere 10 Kg in un Mese: Diete con Menù e Schema

dieta 10 kg
Perdere 10 kg in un mese con una dieta adatta e un menù dettagliato che spieghi passo passo come comportarsi è ideale quando si ha la necessità di mettersi in forma velocemente. Seppure non siano raccomandate dai dietologi o nutrizionisti a causa della perdita veloce di peso in poco tempo, le diete per perdere 10 kg in un mese possono essere considerate nell’ambito di problemi di sovrappeso o comunque da seguire per un breve periodo di tempo. Vediamo, nel dettaglio, di cosa si tratta.

Diete 10 kg, diete lampo per perdere 10 kg? Esistono? Sono una chimera? Uno Spot pubblicitario? Viene da chiederselo in virtù del fatto che ormai su internet ognuno ha una sua ricetta miracolosa e, siccome i miracoli non esistono, è bene andare far chiarezza sulle diete per perdere peso in poco tempo.

Come abbiamo precedentemente sottolineato, perdere peso in breve tempo se da un lato è ideale dall’altro potrebbe provocare problematiche in relazione al nostro stato di salute. Biologi nutrizionisti e dietologi cercano spesso di evitare tipologie di regimi alimentari del genere e direzionarsi, invece, sempre verso quella che è definita la Dieta Mediterranea, salutare per eccellenza. In questo articolo cercheremo di capire quali sono le diete che permettono di far perdere 10 kg in un mese, come seguirle e i consigli utili.

Perdere 10 kg in un mese: Diete con Menù

Una dieta per perdere 10 kg in un mese esiste e non si sta parlando di un solo regime alimentare ma di diversi. In effetti di diete ipocaloriche o chetogeniche ne esistono molte: bisogna, però, fare attenzione alla durata e alle possibili reazioni del nostro corpo all’impoverimento drastico dell’alimentazione. Un consiglio è quello di iniziare dai cibi magri che abbiano un alto contenuto proteico e frutta e verdura andando a privilegiare una bassa quantità di carboidrati o cibi grassi. Diete che promettono di far perdere 10 kg in un mese possono essere:

Dieta Scarsdale

La dieta Scarsdale, a differenza di altri regimi alimentari, non prevede un lungo piano di esercizio fisico, ma si concentra su una strategia alimentare basata quasi esclusivamente sull’assunzione di frutta e verdura, ed ha una durata di 14 giorni. Successivamente a questo periodo inizia un ulteriore periodo di pausa che occorre per abituare il corpo al nuovo regime alimentare, in virtù di questa dieta lampo si possono perdere fino a 10 kg in meno di un mese, anzi in meno di 15 giorni. Si tratta di una dieta molto limitante e che va seguita con cautela, prima di preferirla, infatti, è necessario un consulto con un medico o meglio un dietologo specializzato. Vediamo di seguito un esempio di menù giornaliero tipico di questa dieta:

  • Colazione: Acqua con limone, Thè o Caffè con agrumi
  • Pranzo: Carne magra o pesce al vapore + verdure a volontà (pomodori, insalata, spinaci ecc.)
  • Cena: Uova sode, carne magra o pesce al vapore + verdure a volontà (cotte) + 1 toast
  • Spuntini durante il giorno: carote, frutta o sedano

Dieta Plank

La dieta plank è un regime alimentare particolarmente seguito negli USA e si definisce iperproteico e ipocalorico. Ideata da Marx Planck (difatti è conosciuta anche come Dieta Planck), questa dieta è particolarmente aggressiva e molto drastica perché si basa sull’assimilazione solo di alcuni alimenti mentre ne bandisce di altri. Ad esempio: zuccheri, fibre, formaggi, grassi vegetali sono quasi eliminati del tutto mentre la dieta in sé si basa quasi solo su proteine animali. Dal momento che è molto restrittiva si raccomanda di seguirla solo per due settimane. Vediamo, nel dettaglio, un menù giornaliero tipico della Dieta Plank:

  • Colazione: caffè senza zucchero con pane (3 volte a settimana) + carote o mela
  • Pranzo: Bistecca, pollo, uova o pesce al vapore + verdure al vapore o alla griglia
  • Cena: Prosciutto cotto, uova, pesce al vapore (sempre con verdure) o un piatto di frutta

Dieta Chetogenica

La dieta chetogenica si basa su una strategia che prevede un basso tasso di zuccheri: ciò induce l’organismo a produrre corpi chetogeni che vanno a consumare i grassi del tessuto adiposo e a produrre energia. Essendo una dieta aggressiva, anche in questo caso, si raccomanda di seguirla per un brevissimo periodo di tempo (15 gg). Di seguito un ESEMPIO di menù derivato dalla dieta chetogenica:

  • Colazione: prosciutto crudo, speck e pane di segale oppure latte parzialmente scremato con due fette biscottate e marmellata
  • Spuntino: arachidi, noci o frutta
  • Pranzo: riso in bianco o pesce al vapore o carne bianca con verdure grigliate o al vapore
  • Merenda: frutta o shake proteici
  • Cena: carne bianca o pesce grigliato con verdure (vapore, grigliate)

Dieta del Supermetabolismo

La dieta del supermetabolismo nasce negli USA e si basa su un regime alimentare che prevede un’accelerazione del metabolismo attraverso un’associazione strategica di alimenti. Questa dieta è caratterizzata da un’alternazione di 3 fasi (eliminazione dello stress, aumento del metabolismo con eliminazione delle scorte lipidiche e brucia grassi) distribuite in quattro settimane. Infatti, un menù tipico della dieta del supermetabolismo si divide in giorni:

  • Lunedì e martedì: dove preferire cibi altamente proteici e verdure
  • Mercoledì e Giovedì: cibi proteici, verdure e attività fisica adatta (pesi, aerobica)
  • Venerdì, Sabato e Domenica: carboidrati, proteine, frutta e verdura

N.B: Quelli sopra elencati sono esclusivamente degli ESEMPI a scopo informativo e assolutamente NON indicati per qualsiasi tipologia di condizione clinica. Prima di seguire un determinato regime alimentare è necessario, se non d’obbligo, un consulto con un nutrizionista o dietologo che possa consigliarci sul giusto percorso ideale per il nostro organismo, dopo un’accurata visita e delle analisi del sangue. Queste strategie alimentari, in effetti, potrebbero provocare reazioni negative del nostro organismo ed avere effetti collaterali anche gravi come l’affaticamento dei reni o patologie legate al fegato!

Perdere 10 kg in un mese: consigli utili

Per perdere 10 kg in un mese, oltre a seguire le cosiddette “diete lampo” è ideale ugualmente far riferimento a dei consigli utili indicati per ogni tipologia di strategia alimentare. Ad esempio: la frutta e la verdura sono le colonne portanti della dieta lampo per perdere nel tempo stimato 10 kg, inoltre questi alimenti forniscono enzimi validi all’organismo, essenziali per bruciare un maggior numero di calorie e, quindi, per perdere una maggior quantità di peso. Occorre iniziare ad esaminare Frutta e Verdura con gli Agrumi. Questi hanno delle validissime caratteristiche e sono considerati dei veri e propri brucia-grassi, quindi SI a:

  • pompelmo
  • limoni
  • arance

Un consiglio: nel periodo di esecuzione di questi regimi alimentari l’idratazione è molto importante così come lo è il mantenimento di una corretta idratazione del corpo, in modo da agevolarlo nel processo di espulsione delle tossine e dei rifiuti nocivi. Bere tanta acqua quindi è ottimo durante la dieta lampo per perdere 10 kg, a questa si aggiungono:

  • infusi
  • succhi di frutta

Ovviamente, un altro consiglio utile e che spesso è integrato anche nei regimi alimentari è quello di abituarsi ad un equilibrata attività fisica. Camminare per mezz’ora al giorno o fare attività fisica almeno per 3 giorni a settimana sono entrambi consigli utili per raggiungere l’obiettivo di perdere 10 kg in un mese. (Vedi anche: dimagrire correndo)